Scaricare Libri Gratis




Dalla vetta d'Italia all'abisso di Auschwitz. Storia di Elia Levi. Un finanziere vittima della Shoah. 1912-1944 libri gratis PDF / EPUB

  • Autore: Gerardo Severino
  • Editore: Giuntina
  • I dati pubblicati: 13 Gennaio '11
  • ISBN: 9788880573814
  • Formato del libri: PDF, Epub, DOCx, TXT
  • Numero di pagine: 117 pages
  • Dimensione del file: 42MB
  • Posto:

Sinossi di Dalla vetta d'Italia all'abisso di Auschwitz. Storia di Elia Levi. Un finanziere vittima della Shoah. 1912-1944 Gerardo Severino:

Il libro e la biografia di Elia Levi, un giovane ebreo piemontese che avevaposto nella Guardia di Finanza le sue aspettative di uomo libero e di soldatoElia, nato a Saluzzo (Cuneo) nel 1912, era figlio primogenito diMarco, un infaticabile tranviere di idee socialiste, e di Gemma Colombo Abileincisore e tipografo, aveva appena terminato la 4a classe ginnasiale quandodecise di cambiar vita per intraprendere la carriera militare nella Guardia diFinanza Fu cosi che nel 1931, dopo aver superato le prove d'arruolamento, fuammesso a frequentare il corso d'istruzione a Roma In Finanza, Elia prestoservizio per circa otto anni, spesso anche in luoghi impervi, come labellissima Vetta d'Italia On February 15, 1939, placed on leave because of the fascist racial laws ever, young returned to Sydney, where he resumed his previous work's locker Thus, together with his family, shared the tragic fate which were condemned so many other Italian Jews Caught in Saluzzo in January 1944, Elia, his mother Gemma and sisters Eleanor and Regina were first interned at Borgo San Dalmazzo and later deported to Auschwitz, where he arrived a few months after his father, Marco They will spend all the chimney, leaving us only the memory of their lives and the yearning for freedom and justice

Comentarios

Tecla davidoff cigarets

Per favore, ama questa storia ❤️❤️❤️❤️

Enrichetta

COSA SUCCEDE? DOVE È IL PROSSIMO LIBRO? SI PREGA DI FINITURA !!!!

Luciana

Love it plz update more

Alessandro

Mi piace ancora il tuo libro.

Aldobrandino

Grande libro, ma non l\'avrei nemmeno iniziato, se sapevo che non era finita